I 7 principali trend del 2016 per il Social Media Marketing

Un nuovo anno per il  social media marketing, meglio dare uno sguardo ai trend da seguire

social media marketing
Tendenze social media marketing 2016

Il social media marketing è oggi considerato di fondamentale importanza per costruire la reputazione, far circolare le informazioni e mettere a frutto le opportunità gratuite che il web offre. Si tratta ovviamente di un mondo in continuo movimento, che ha bisogno di stimoli sempre nuovi. Ogni anno nel mondo dei Social Media nascono decine di nuove piattaforme e le imprese, specialmente quelle di un certo rilievo, sono chiamate a un costante aggiornamento per non rimanere indietro. Il 2016 sarà un anno cruciale in tal senso, sono attesi nuovi trend e cambiamenti di rilievo nella scena social. Ecco l’elenco delle sette tendenze social che si affermeranno nel 2016 secondo la rivista Forbes:

1. Spazio agli aggiornamenti live

Il primo trend sarà l’aggiornamento live. Esempio ne è  Periscope, recentemente acquisita da Twitter. Si tratta di un’applicazione che consente agli utenti di trasmettere video in diretta. Basta attivare la videocamera e in un attimo si è connessi con milioni di altri utenti nel mondo che, attraverso una mappa, possono localizzare la nostra trasmissione. Ad esempio, possiamo trasmettere  un estratto da un concerto o tenere un video-diario.  Se questo dovesse allargarsi all’intero mondo dei social media, potremmo dire addio alla pianificazione con largo anticipo degli aggiornamenti per la propria azienda.

2. Attenzione ai pulsanti “acquista”

Facebook e Pinterest sono solo due delle piattaforme che hanno cavalcato la tendenza della funzionalità “acquista” attraverso il proprio sistema. Gli utenti interessati a un prodotto di un post sponsorizzato possono cliccare e acquistarlo, senza mai lasciare l’applicazione di partenza.

3. Trattenere gli utenti

Ogni sforzo sarà focalizzato per non far mai abbandonare l’applicazione social da parte dell’utente. “Più stai, più guadagno”, sarà questo il modo di pensare agli investimenti.  

4. Nuove opzioni di pubblicazione

Sarà possibile pubblicare, ad esempio, articoli completi su Facebook senza doversi collegare a una sorgente esterna. Pensate a come potrà essere sfruttata questa tendenza dalle imprese editoriali o dalle aziende che fanno ampio riferimento ai contenuti per attrarre attenzione.

5. Attenzione alla privacy dell’utente

E’ appena passato un anno carico di violazioni alla sicurezza, il caso Ashley Madison ne è esempio lampante, e crescono le preoccupazioni degli utenti per la propria privacy. Le piattaforme si stanno attrezzando per offrire un certo grado di privacy e sicurezza, così da poter continuare a prosperare. Per gli inserzionisti, ciò potrebbe voler dire un ridimensionamento di una certa pubblicità intrusiva.

6. In competizione per la visibilità

E’ facile ormai rendersi conto del ritorno sugli investimenti nei social media, che diventano sempre più accessibili a un’ampia fetta di mercato, con una crescita esponenziale della concorrenza. Facebook sta già attuando una strategia chiara per costringere le aziende ad acquistare pubblicità, se vogliono ottenere vantaggi e il costo della pubblicità è destinato ad aumentare nel corso del 2016.

7. Nel social media marketing vincerà lo spirito creativo

Non è semplice sopravvivere in un mondo in cui le grandi piattaforme ampliano le proprie competenze, per questo chi avrà una buona idea è facile che la venda a uno più grande (Facebook, Twitter, LinkedIn)…  Questa tendenza permeerà il panorama del social media marketing. Facebook e Twitter stanno correndo agli armamenti, facendo grandi conquiste, a un ritmo sempre più incalzante, solo chi sarà in grado di adeguarsi ai cambiamenti ne trarrà i maggiori benefici. Prepariamoci dunque a scendere in campo, con gli strumenti giusti, per battere la concorrenza puntando sulla massimizzazione della visibilità.