I viaggi incentive portano lontano il tuo business

Quando il business si costruisce viaggiando

Viaggiare per lavoro s√¨, ma non nel modo che intendiamo solitamente. Qui non si sta parlando di meeting aziendali organizzati tra una citt√† all’altra, con spostamenti spesso in giornata, stancanti e un po’ grigi. In quest’articolo si parla di viaggi incentive:¬†¬†sogni che si realizzano al raggiungimento di obiettivi, di aziende che premiano e/o cercano di incentivare i propri dipendenti o clienti a seguirli.

La base: i meeting aziendali

Che¬†le aziende ¬†sentano il bisogno di organizzare dei momenti formali d‚Äôincontro, dove vengono lanciati nuovi prodotti o comunicati cambiamenti √® del tutto ragionevole. I meeting aziendali sono una pratica consolidata alla quale occorre¬†prestare¬†grande cura. Sono degli eventi a tutti gli effetti e chi √® invitato a parteciparvi si aspetta una certa prassi e un certo rigore organizzativo. Chi ha il compito di predisporli deve farsi in quattro, pensando alla¬†progettazione, alla scelta dei contenuti, alle¬†risorse logistiche e a non trascurare la stesura del piano di comunicazione. ¬†Senza contare quanto accadr√† durante (monitoraggio) e dopo l’incontro. ¬†I meeting possono essere di diverse tipologie e durare anche pi√Ļ di un giorno, in location esclusive e con servizi dedicati. Dalla¬†convention di vendita¬†alla presentazione prodotti, dalle riunioni interne alle conferenze stampa, dai seminari e tavole rotonde ai convegni. Sono tutti modi importanti di comunicare l’azienda e costituiscono la base della costruzione di un rapporto solido con dipendenti e clienti.

Il plus: i viaggi incentive

viaggi incentive

I viaggi incentive fanno parte di una categoria pi√Ļ alta di comunicazione e interazione. Sono un plus e vengono usati¬†dalle aziende come strumento elettivo¬†per comunicare con fornitori, clienti e forza vendite. Vengono¬†scelti solitamente¬†come attivit√† pianificata di fidelizzazione, per massimizzare gli obiettivi aziendali e consolidare la forza vendite attraverso modi “non convenzionali”.¬†La pianificazione dei viaggi incentive diventa dunque ¬†uno strumento di marketing molto importante per le aziende.¬†Per non sprecare tempo e denaro, chi si appresta per la prima volta a usare i viaggi incentive va ricordato di tenere ben presente:

  • Come motivare il target (Forza Vendita, Clienti etc.);
  • Come orientare le vendite su periodi o prodotti desiderati.
  • Come fidelizzare il cliente

attraverso questo strumento e che, dovendo investire, è sempre meglio riferirsi a dei professionisti. Il viaggio incentive necessita di grande cura organizzativa e chi deve occuparsi delle necessità aziendali non può togliere tempo alle proprie mansioni.

L’intervento di mediatori turistici ed esperti di comunicazione

Un professionista sapr√† organizzare un viaggio ‚Äúsu misura‚ÄĚ, in base alle esigenze dell‚Äôimpresa committente, per stimolare i partecipanti a raggiungere precisi obiettivi e riconoscersi nei valori aziendali. Perch√© il risultato sia pi√Ļ efficace, il viaggio incentive non pu√≤ essere costituito da un prodotto ‚Äúbello e fatto‚ÄĚ, un pacchetto gi√† presente sul mercato. Non √® un viaggio organizzato standard, ma deve essere progettato tenendo ben presenti le caratteristiche dell‚Äôazienda promotrice e di chi vi parteciper√†.¬†Ogni elemento dell’incentive, seppure di poca rilevanza, ha una grande forza comunicativa e in quanto tale va pianificata con professionalit√†. Gli organizzatori preposti pensano a tutto, ad esempio a:

  • kit di benvenuto
  • gadget aziendali
  • eventi di team building (questi sono entrati molti in voga, perch√© permettono ai partecipanti di entrare in relazione in maniera informale, aumentando il grado di fiducia e fedelt√† ai valori d’impresa)
  • etc.

Dove gli altri turisti non arrivano

La personalizzazione è fondamentale per il successo di un viaggio incentive. La vacanza, la compagnia, il sentirsi trattati con rilievo non fa altro che aumentare il valore dell’opportunità ricevuta, con una grande ricaduta d’immagine tra i colleghi. 

Il punto in pi√Ļ va certamente all‚Äôazienda che si affida ad organizzatori professionisti e creativi che sappiano non solo creare un‚Äôesperienza positiva di viaggio, ma che contenga che qualcosa che i partecipanti ‚Äúsognano‚ÄĚ, qualcosa a cui da normali turisti non avrebbero accesso.¬†

¬†¬†Nulla viene¬†affidato al caso se l’organizzazione sar√† affidata a dei professionisti della comunicazione, perch√© dal viaggio incentive, tutti i partecipanti porteranno a casa emozioni e ricordi indimenticabili.

Dalla Cina alla Spagna, un sogno per 2.500 dipendenti

dipendenti tiens a madrid

Un esempio che ha fatto scalpore? Arriva dalla Cina.
Li Jinyuan, a capo¬†della multinazionale Tiens e uno degli uomini pi√Ļ ricchi della Cina, ha deciso di portare ben¬†2.500 dipendenti¬†con un viaggio premio da pi√Ļ di 7 milioni di euro in Spagna, a Madrid e Barcellona (dal 6 al 10 maggio 2016).

Per l’imponente spostamento¬†intercontinentale sono stati impiegati ben¬†20 aerei, mentre per spostarsi da Madrid a Barcellona l‚Äôazienda ha¬†prenotato in esclusiva ¬†4 treni ad alta velocit√†¬†dalla compagnia ferroviaria Renfe. Le camere d‚Äôalbergo prenotate sono 1.650, e per i transfer locali sono stati¬†utilizzati 70 grandi pullman.

Ma l’azienda non √® nuova a questo tipo di mega-iniziative. L’anno passato, per celebrare il vent’anni di attivit√†, la Tiens¬†aveva portato 6.500 dipendenti a Parigi e Nizza.

Chissà quale sarà la loro prossima meta!